SEZIONI NOTIZIE

Finalmente il centro sportivo

di Claudio Nassi
Vedi letture
Foto

E' successo l'incredibile. Dopo 30 anni che predicavo, come al solito, nel deserto, Commisso e Barone annunciano che entro due anni la Fiorentina avrà il centro sportivo. A Bagno a Ripoli. Complimenti! Se analizzo quanto ha fatto, dal suo arrivo, il proprietario, rimango di sale. Chiesa è rimasto, nonostante le richieste e quella promessa birichina, ventilata dalla vecchia proprietà, che l'avrebbe tenuto. L'italo-americano e il suo braccio destro Barone hanno dimostrato di avere idee chiare e voler costruire la Fiorentina attorno al calciatore più importante. Un segnale forte per una tifoseria con poche eguali, costretta da tempo alla mediocrità. Ma l'acquisto del terreno dalla famiglia Guicciardini Corsi Salviati e la lungimiranza del Sindaco di Bagno a Ripoli, Francesco Casini, assicurano certezze per il futuro. Perché il settore giovanile è il serbatoio della prima squadra e il salvadanaio per le casse sociali. Poche volte sono stato tanto felice. Finalmente esistono i presupposti per tornare a essere competitivi in Italia e in Europa. So che la società ha in Cappelletti uno che capisce. Quindi non si perderanno più i vari Mancini, Piccinni, Zaniolo e compagnia, né spero si verifichino cessioni per 5 milioni come per Ilicic o si perda Salah dopo un anno in prestito.

Sognare non costa nulla e allora mi permetto di suggerire a Pradè, anche se non ne ha bisogno, come vedrei il futuro. Detto che si avrà una sede degna di questo nome e, con 12 campi, la possibilità di far lavorare gli uni vicino agli altri, women comprese, raccomando di mettere alla guida di giovanissimi, allievi, juniores e Primavera i migliori istruttori, perché ogni anno uno o due calciatori entrino a far parte della rosa di prima squadra. Conterà solo la qualità. Poi, dal momento che la Toscana è una delle regioni più prolifiche a livello giovanile, stipuliamo gemellaggi con le migliori società del settore, a partire dal Tau Altopascio. Infine, anticipiamo la concorrenza e, dopo aver valutato la squadra, andiamo a cercare i migliori in circolazione, preferibilmente giovani. Se il presente è importante, il futuro ancora di più.

D'accordo, la notizia mi ha fatto uscire di testa, ma per la prima volta vedo la luce in fondo al tunnel. Mi raccomando, non sbagliate più. Dimenticavo lo stadio Franchi, opera dell'Architetto Nervi. Ristrutturatelo, ma non parlate di Mercafir e cose simili. Firenze è unica, delicata e merita una cura particolare, come nessun'altra città. Guai non ricordarlo!